Stampa riviste: cinque consigli per farlo al meglio

Condividi:  Email   Facebook  Twitter  Google+ 

Sappiamo bene che stampare una rivista può essere un percorso pieno di dubbi e perplessità sia per chi è alle prime armi sia per chi ha già avuto esperienza con la stampa delle riviste. Ecco perché abbiamo pensato di venirvi in aiuto e indicarvi alcuni aspetti davvero importanti da considerare - a partire dalla progettazione del file grafico fino alla stampa - per realizzare un lavoro editoriale perfetto!  

La migliore stampa riviste in 5 step

In questi cinque step vi indichiamo come lavorare il file e quali aspetti dovrete tenere in considerazione (anche nel dettaglio!) prima di passare alla stampa delle riviste:

  1. MARGINI
    Partiamo da un consiglio grafico che riguarda l’impaginazione della rivista. Quando iniziate la creazione del layout, impostate i margini esterni ad almeno 5 mm, così da non avere il taglio eccessivamente a ridosso della grafica. Nel caso in cui invece aveste delle immagini al vivo, queste dovranno avere un’abbondanza di 3-5 mm oltre il taglio.
  1. PAGINE
    Avete completato la vostra rivista e siete pronti per la stampa. Una volta controllati i margini, le abbondanze, e l’alta qualità delle immagini vi viene detto che questo non è conforme in quanto le pagine devono essere multiple di 4. Sapete perché? Perché le riviste vengono allestite con punto metallico e questa rilegatura consiste nell’inserimento dei fogli (chiamate segnature) uno dentro l’altro e cuciti insieme con punti metallici al centro della piega. Se non doveste avere il corretto numero di pagine, avreste dei fogli svolazzanti! Si può quindi pensare a una diversa distribuzione del testo oppure all’aggiunta delle pagine bianche necessarie.
  1. CARTA
    La scelta della carta è importante per la stampa di riviste. Generalmente viene utilizzata la patinata poiché, se presenti immagini e fotografie, si ha la miglior resa. Niente però vi vieta di utilizzare materiali differenti, siano esse carte marcate o usomano. Un piccolo e ulteriore accorgimento da tenere in considerazione è la scelta della grammatura della carta dell’interno e della copertina; è consigliabile che quest’ultima sia maggiore di 100gr. rispetto alle pagine interne: un distacco troppo invasivo, infatti, non renderebbe il prodotto omogeneo, né armonico.
  1. NOBILITAZIONI
    Se volete rendere la vostra rivista un piccolo gioiello tipografico, potete scegliere di impreziosirla con alcune lavorazioni come ad esempio la vernice selettiva UV. Attraverso questa nobilitazione potrete mettere in risalto testi, fotografie e immagini, sui quali verrà applicata una speciale vernice lucida e in rilievo. L’effetto “wow” è assicurato!
  1. FORMATO
    Anche il formato della rivista è fondamentale! Oltre ai più comuni A4 e A5, puoi sbizzarrirti con un formato quadrato ad esempio, una dimensione più piccola se hai necessità che la tua rivista sia maneggevole, più grande se invece si tratta di una rivista con molte fotografie. Non solo il formato, quel tocco in più lo può dare anche l’apertura: hai pensato ad un orientamento orizzontale della tua rivista, come fosse un album che si apre nel lato corto? Anche quello può fare la differenza!

L’ultimo consiglio per una stampa riviste perfette

Il nostro ultimo consiglio è quello di ricordare che la stampa di riviste a punto metallico è perfetta quando le pagine non superano le 84 circa. Se il tuo impaginato supera di gran lunga questo numero puoi scegliere ad esempio la brossura o il filo refe.

Bene, ora si che sei pronto ad affrontare al meglio la stampa di una rivista!