Come realizzare riviste patinate davvero originali

Pubblicato 05 Nov. 2019 da Sara.
Condividi:  Email   Facebook  Twitter 

Design e impaginazione: perché realizzare delle riviste patinate

Cosa rende le riviste patinate diverse da tutte le altre? Si tratta di riviste esteticamente attraenti ed eleganti, con belle foto a corredare gli articoli. Il termine patinato deriva dal tipo di carta impiegato, che è trattato con patina per ottenere l'effetto liscio e lucido.

Le immagini hanno un ruolo di primo piano, non a caso le riviste patinate trattano spesso argomenti legati all'estetica o che hanno bisogno delle fotografie per illustrate gli argomenti trattati come la moda, l'arredamento, il design. Giornali di questo tipo sono studiati per un pubblico di lettori particolare, che ama sfogliare le pagine ed è attento ai dettagli. La concorrenza poi tra i vari editori è agguerrita, ecco perché la stampa deve essere studiata e realizzata con estrema cura.

Non dimentichiamo poi che le riviste sono anche un veicolo pubblicitario per aziende e imprenditori: un prodotto di qualità sarà sempre preferito ad uno più scadente da chi decide di investire per pubblicizzare la sua immagine o il suo brand.

Gli step per creare la tua rivista

Le riviste patinate sono adatte per un pubblico di lettori particolare, che ama sfogliare le pagine ed è attento ai dettagli. Creare una rivista che sia bella da sfogliare, dalla prima all'ultima pagina, è uno dei lavori più complessi per una tipografia perché il minimo errore o imperfezione non sono consentiti.

Ecco quindi alcuni consigli per creare la tua rivista:

  • La copertina: è la prima cosa che noteranno i lettori, deve quindi saper catturare l'attenzione e a tal fine si possono impiegare tessuti con stampa a caldo o carte speciali.
  • Il titolo: scegli titolo, font e carattere del tuo titolo. Potrà anche essere stampato con vernice ruvida serigrafica.
  • Crea degli inserti con carte speciali: da inserire all'interno è una buona idea per sorprendere i lettori.
  • pannelli per fotografie
  • Il formato: va scelto in base al target di riferimento, quello più diffuso è un A3, ma nulla vieta di puntare su un formato extra large o pocket.
  • La carta patinata opaca: è quella maggiormente impiegata perché assicura la qualità della stampa nel tempo e dona un effetto fotografico luminoso e raffinato. La carta patinata lucida ha l'ulteriore vantaggio di aggiungere più brillantezza alle pagine.
  • La rilegatura: può fare la differenza. La più diffusa è la rilegatura a punto metallico, ma dipende dal numero di pagine della rivista. Per quelle che superano le 80 pagine sono più indicati altri tipi di rilegature come la brossura o il filo refe.

A chi rivolgersi per la stampa delle riviste patinate

La concorrenza tra i vari editori è agguerrita. Proprio per questo, come avviene per la realizzazione di un libro, anche la stampa di una rivista dovrebbe essere studiata e realizzata con estrema cura, in ogni minimo dettaglio. Per esempio, per rendere ancora più speciali le riviste patinate possono poi essere altri elementi come le nobilitazioni, oppure le vernici lucide. Le opzioni possono essere molte e differenti, il consiglio quindi è di rivolgerti al tipografo per studiare il prodotto più adatto alle tue esigenze.

Cosa aspetti a contattare lo staff di Rotostampa e a creare la tua rivista?



Conquista i tuoi lettori ➤